News e Promo

Pagare meno per riscaldare casa. Partiamo dalle finestre!

Finestre

Alcuni consigli per risparmiare sulle bollette nella stagione invernale

Con l’arrivo della stagione invernale dobbiamo fare i conti con l’incremento delle spese per il riscaldamento del nostro appartamento. È una bellissima sensazione stare dentro la propria dimora al caldo, magari sorseggiando una bella cioccolata calda, ma è spiacevole trovarsi a fine mese con una bolletta salatissima. La buona notizia è che non è necessario lasciare accesi ore ed ore i riscaldamenti in casa se si seguiranno questi semplici consigli che condivideremo con voi in questo articolo.

Prendi in considerazione di cambiare le finestre

Quando si parla di calore e costi energetici elevati, la prima cosa a cui dovete pensare sono sicuramente le vostre finestre. Se vivete in una casa abbastanza datata e le vostre finestre sono abbastanza vecchiotte è molto probabile che le finestre non siano esenti da spifferi. Per mantenere la vostra casa calda e accogliente senza dovervi preoccupare delle spese di riscaldamento, prendete in considerazione la possibilità di sostituire le finestre con dei modelli nuovi. In questo modo è possibile ridurre sensibilmente la quantità di calore che è perso attraverso le finestre. Esistono delle soluzioni che raddoppiano il numero di vetri in modo tale da far trapassare meno il calore.

Prova queste soluzioni

Ovviamente se vivete in una zona dove il freddo si fa sentire dovete andare su un tipo di finestre molto più isolanti. La soluzione migliore è quella di rivestirle con del vetro isolato (riempito con con gas di argon o di cripton) che aumenterà notevolmente il confort della vostra casa e vi farà risparmiare ingenti somme di denaro destinati alle vostre bollette energetiche. Verificare poi la presenza di spazi vuoti da cui entrano spifferi d’aria gelida. Vi consigliamo di guardare in prossimità degli aeratori e dei climatizzatori ,così da sigillarli con una schiuma espansa in modo da riempire ogni spazio. Questa è una soluzione per piccoli spifferi. In caso contrario dobbiamo ricorrere all’isolamento. In inverno, esso impedisce che aria fredda penetri all’interno della casa, mantenendo l’abitazione più calda all’interno e quindi riducendo i costi energetici. Funziona anche in estate, intrappola aria fresca all’interno degli ambienti. L’isolamento è una delle caratteristiche più importanti di un efficiente dal punto di vista energetico.

Legno o acciaio? Quale materiale scegliere per la porta del tuo garage

Porte | Porte e portoni per garage | Portoni

Quando si parla di sostituire o installare la porta del garage, ci sono diverse opzioni da considerare. Una delle decisioni più difficile che proprietari di casa si trovano a dover affrontare è il materiale che meglio si adatta alle loro esigenze.

Le soluzioni più blasonate

Acciaio e legno sono tipicamente le due opzioni popolari e ci sono vantaggi e svantaggi per ognuna di esse. Le porte del garage sono un investimento ed è giusto che siate felici della vostra scelta anche negli anni a venire. Diamo una rapida occhiata ad alcuni importanti criteri da prendere in considerazione quando si seleziona la nuova porta del garage.

Guardiamo nel dettaglio

Il legno aggiunge un tono elegante alla vostra porta del garage. Colpisce per la sua intramontabile bellezza e semplicità, unita all’eleganza dell’artigianato prestigiosissimo. Se sostituirete la vostra porta con una in legno noterete subito la differenza. Una porta in legno per il vostro garage può aumentare il valore della vostra proprietà. Le porte in legno sono bellissime e, tuttavia, richiedono una maggiore attività di manutenzione. Per molte persone è un piccolo prezzo da pagare per la bellezza senza tempo che solo il legno sa regalare.

per le porte in acciaio, invece, è frequente pensare che potrebbero arrugginirsi. Nella maggior parte dei casi, in realtà, sono rifinite con un rivestimento in poliestere che impedirà alla ruggine di attaccarvisi. Se disponiamo di una porta in acciaio arrugginita, non è così dispendioso, a livello di tempo e di costo, rimuovere la ruggine. Un altro problema è la facilità con le quali sono soggette ad ammaccature o graffi. Per una porta più resistente è consigliabile scegliere un maggior spessore (calibro 28). Più forte è l’acciaio, meno probabile è che la porta sia soggetta ad ammaccature e graffi.

Ci sono vantaggi e svantaggi per entrambe le soluzioni: venite da HD House a Perugia per trovare la migliore soluzione per le vostre esigenze!

Una guida per illuminare al meglio le scale

Illuminazione | Scale

Perché illuminare la tue scale è un must-have

Si parla spesso di illuminazione di cucine, sale da pranzo, salotti, uffici, camere ecc.

Tuttavia, una zona che viene spesso trascurata è quella delle scale per interni. L’illuminazione delle scale passa spesso in secondo piano ma non deve essere sottovalutata; ha una funzione pratica, ma ha anche un ruolo decorativo. Avere una scala non illuminata è estremamente pericoloso. Poter vedere dove si mettono i piedi migliora la sicurezza per noi, per la nostra famiglia e per i nostri ospiti, senza contare la prevenzione di molti incidenti domestici. Per ottenere un risultato perfetto è necessario partire dallo stile architettonico e decorativo dell’edificio, in modo da garantire la perfetta armonia tra le parti. Diamo adesso un’occhiata ad alcune soluzioni pensate da noi di HD HOUSE.

Luci da parete

Le luci da parete possono essere una semplice soluzione per illuminare la vostra scala se non siete pronti per un vero e proprio cambio di look. Sono facili da installare ed è possibile spaziare tra una varietà di luci che dovrebbero intonarsi allo stile della vostra abitazione e del vostro arredamento. È possibile scegliere tra lampade pensili, lampadine LED, e molto altro ancora. È sufficiente posizionarne una o più ad intervalli casuali per fare in modo che i vostri passi siano sempre illuminati.

 

Luci incassate

Le Luci incassate hanno moltissimi usi. Se posizionate correttamente possono portare alle scale vivacità e arricchire la vostra casa donando un tocco di design senza eguali. Possono essere installati tramite faretti, montate a parete o incastonate negli spazi tra uno scalino e l’altro per donare uniformità di luce.

 

Striscia di luci

E’ uno dei metodi più popolari per illuminare una scalinata. Le luci possono essere poste direttamente sotto ciascun gradino, posizionate sulla parete, oppure possono essere poste sul lato della ringhiera stessa. Questa soluzione illuminerà le vostre scale in modo elegante e avranno un effetto WOW.

 

Le luci pendenti

Le luci pendenti sono indicate principalmente per le scale a chiocciola. Questo tipo di luci aggiunge un tocco di carattere al vostro arredamento.

 

 

 

 

 

 

 

Porte e finestre tra tradizione ed innovazione

Finestre | Porte

Da HD House allettanti consigli per le esigenze di ogni cliente!

Quando si può dire che un edificio è accogliente e armonioso? Senza dubbio quando esso è completato da splendide e funzionali porte e finestre. Elementi che infatti non solo donano piacere agli occhi, ma che devono essere soprattutto di ottima fattura, durevoli e resistenti nel tempo.

Quest’ottimo mix di caratteristiche è offerto dallo showroom HD House di Luca Pannacci.

nel nostro showroom troverete soluzioni per ogni tipo di esigenza: da finestre in legno, legno/ alluminio, alluminio o PVC a porte con design classico, nuovissime ed eleganti porte ‘tutto vetro’, o praticissime porte scorrevoli.

 

Il nostro assortimento di finestre

Da HD House  non ci si deve accontentare delle classiche finestre in legno, ma è possibile usufruire del connubio funzionale dato dai materiali legno/alluminio: finestre realizzate nella parte interna con legno, che permette di non stravolgere l’aspetto tradizionale dell’infisso, e nella parte esterna con alluminio, che invece aggiunge resistenza ed isolamento (permettendo anche di risparmiare sulla bolletta!)

Sono proposte anche finestre in PVC, materiale termoplastico ricavato da materie prime naturali, una soluzione che permette di conciliare il basso costo del prodotto con esigenze di praticità e resistenza, senza rinunciare neppure al tanto richiesto effetto legno.

 

Le nostre porte

Per quanto riguarda le porte, oltre alle classiche in legno, disponibili con differenti colorazioni, si offrono le affascinanti porte ‘tutto vetro’, realizzate su lastre di cristallo temperato su base trasparente, satinata o fumé.

Inoltre, in caso di ambienti di ridotta ampiezza, per salvare spazio ma senza rinunciare alla delimitazione di ambienti diversi, è possibile proporre porte scorrevoli a scomparsa, grazie alla presenza di un controtelaio che permette di accogliere per intero l’anta; altra variante è data dalle porte scorrevoli esterno muro, le quali permettono il semplice di scorrimento della porta su binario parallelo al muro.

Sia finestre che porte sono poi ornate dalle più svariate decorazioni e da maniglie di varie forme e finiture, il tutto in base ai gusti e alle necessità del cliente.

 

Il portone per la tua casa? Scegli le nostre soluzioni di portoni in legno massello

Porte | Portoni

La corrispondenza perfetta tra stile e funzionalità

Una delle esigenze principali di un’abitazione è senza dubbio la scelta delle caratteristiche di un portone d’esterno. La più vantaggiosa soluzione è sicuramente data dalle certezze che offre il legno massello.

Partiamo innanzitutto spiegando cos’è il legno massello: è la porzione di legno ricavata dalla parte più interna e densa dell’albero privata della parte esterna, la corteccia. Con esso possono essere realizzati mobili resistenti e di ottima qualità senza l’ausilio di interventi invasivi (chimici e non) che ne compromettano la natura. Insomma, si tratta di legno puro al 100% che rispetta la natura e di conseguenza facile da smaltire… ma le qualità non finiscono qui: è un legno estremamente elastico, durevole, resistente e ha particolare capacità isolante, che a lungo andare permette di risparmiare sul riscaldamento degli interni. Il legno massello è utilizzato moltissimo anche per la sua tendenza ad assorbire l’umidità, trattenendola all’interno e rilasciandola nuovamente nell’aria. Con l’ausilio di tinture impermeabilizzanti si eviteranno sicuramente sgradevoli rigonfiamenti della superficie o essiccazione della stessa.

 

Il fascino del legno

Non si può non parlare del particolare impatto estetico del legno: dona all’ambiente eleganza e naturalezza. Grazie alla sua malleabilità è inoltre particolarmente semplice realizzare delle decorazioni secondo il gusto e le esigenze del cliente. Coniugando le caratteristiche del legno massello alle funzionalità di un portone, abbiamo la combinazione perfetta di stile, protezione e robustezza.

Da non sottovalutare la perfetta armonia che si creerebbe con lo stile urbanistico perugino, storico, elegante e raffinato. Ricapitolando, i portoni in legno “massello” sono uno dei biglietti da visita che presentiamo al mondo che ci circonda.

Se siete alla ricerca di una consulenza o un semplice consiglio, da HD HOUSE, a Perugia, puoi trovare la soluzione perfetta per rendere i tuoi esterni accurati e i tuoi interni protetti. Vantiamo una vasta gamma di portoni in legno massello per esterni.

 

Devi scegliere il pavimento? Parti dai tuoi mobili

Pavimento | Pavimento laminato

Ecco dei semplici trucchi per creare armonia tra i mobili e il pavimento nella tua casa

Non importa la grandezza in metri quadri della vostra stanza, ma sappiate che il pavimento ha sempre un notevole impatto sulla sensazione di grandezza e di spazio.

Devi pavimentare una stanza grande e larga? Allora puoi prendere in considerazione la possibilità di utilizzare toni caldi o scuri per il tuo pavimento, come wengé o noce. Questo consiglio funziona anche in senso contrario: se stai pensando di pavimentare stanze abbastanza piccole, utilizzando i colori giusti, puoi far sembrare la tua stanza molto più ampia e molto più spaziosa: è quindi consigliato l’utilizzo di colori più leggeri e chiari, tipo beige o rovere chiaro;

L’abbinamento come punto cardine

E’ importante che il tipo di pavimento si abbini con i mobili che compongono il vostro arredamento. Oltre al fattore estetico, è da considerare anche il lato funzionale. Mi spiego meglio: la praticità nella manutenzione quotidiana è una cosa da non sottovalutare, difatti se scegliamo un colore più scuro, questo lascerà intravedere i segni della polvere;  dall’altro lato, scegliendo un colore chiaro, si vedranno tutte quelle piccole impurità quotidiane.

Chiaro o scuro?

Ovviamente ogni cosa ha dei pro e dei contro: la scelta del colore della pavimentazione va quindi valutata prendendo in considerazione sia l’effetto visivo che funzionale, oltre alla necessità di non dover sconvolgere l’armonia cromatica con nostri mobili.

Tuttavia propendere per delle tonalità chiare, quali pavimenti in resina, ha ulteriori vantaggi: grazie alla versatilità cromatica avremo uno stile moderno e creeremo nel complesso un effetto di accoglienza inaspettato. Scegliere quindi delle tonalità come il bianco o il grigio, anche nelle varie scale di colori, porta con sé l’ulteriore vantaggio di compiere abbinamenti per un eventuale e futuro restyling del nostro appartamento. Per concludere è importante ribadire che partire dal colore dei mobili rende molto più facile la scelta del pavimento; è infatti possibile giocare sulle tonalità dei mobili utilizzati in contrasto con le sfumature del pavimento.

Da HD House a Perugia troverai le migliori soluzioni adatte a te e al tuo appartamento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scale d’interno: tutti i criteri da rispettare durante la progettazione

Senza categoria

Tutto quello che devi sapere, a livello burocratico, se vuoi installare una scala nel tuo appartamento

In architettura è definita scala una qualsiasi struttura avente la funzione di collegare i diversi piani di un edificio.

In Italia, per costruire le nostre scale in tutta sicurezza, bisogna far riferimento alla Legge 13/1989 e al DM 236/1989, seguendo attentamente le normative vigenti. Bisogna anche fare riferimento ai Regolamenti Comunali, o rivolgersi ai dei tecnici abilitati, perché ogni comune della penisola potrebbe adottare delle norme più restrittive.

 

Occhio ai permessi

Se voglio apportare delle modifiche all’interno del mio appartamento devo necessariamente chiedere a chi di dovere delle autorizzazioni che il mio comune di residenza pretende. Se il montaggio di una scala interna nel vostro appartamento implica la demolizione del solaio (anche una sola parte) o la modifica della struttura secondo il recente Decreto Scia 2 avrete bisogno dell’abilitazione SCIA.
In caso contrario avrete bisogno solo della certificazione abilitativa CILA. Tuttavia in alcuni casi, ad esempio in caso di sopraelevazione, può essere necessario ottenere il PDC (permesso di costruire).

Se siete amanti dello stile originale, volete spendere poco e non occupare eccessivamente spazio, vi consigliamo di scegliere una classica scala a pioli, che è molto indicata se nei vostri progetti c’è quello di creare un soppalco.

Adesso devi solo trovare il pavimento che fa per te

Ovviamente anche l’occhio vuole la sua parte e per questo ti invitiamo a venirci a trovare presso il nostro negozio HD House di Luca Pannacci a Perugia. Sapremo consigliarti al meglio per coniugare al meglio la funzionalità, la solidità e lo stile delle tue scale e non solo.
Nel nostro showroom, grazie ai nostri impiegati e grazie alla loro competenza, sarai in grado di scegliere il modello di scala che più si addice ai tuoi gusti e alle tue esigenze. All’interno del nostro negozio potrai trovare, insieme a noi, tante soluzioni.

La manutenzione dei portoni per garage

Porte e portoni per garage | Portoni

Impara a prenderti cura dei tuoi oggetti! Con questo semplice articolo potrai far durare molto di più il tuo portone per garage

Avere un box sotto casa è sicuramente una fortuna e una grande comodità. I portoni per garage occupano spesso una significativa porzione della casa, essendo esterni, e la manutenzione di essi è una cosa che non va sottovalutata. Lo scopo di questo articolo è proprio quello di aiutarvi nella manutenzione del portone del garage. 

La manutenzione va effettuata periodicamente

È possibile garantire che i portoni per garage rimangano in buone condizioni per gli anni a venire: avendo cura di controllare la porta del garage, si possono prevenire gravi lesioni e danni alla proprietà ed è per questo che si consiglia di ispezionare le strutture del garage almeno una volta l’anno. Le operazioni per una corretta manutenzione delle porte dei garage includono l’ispezione di tutti i componenti hardware e delle parti in movimento del garage quali porta-molle, cavi, rulli e delle altre porte hardware. È utile inoltre cercare eventuali segni di usura o parti rotte; se si trovano segni di danni, bisogna assicurarsi di effettuare le riparazioni prima che la porta venga utilizzata di nuovo. Se si hanno le capacità di base è possibile eseguire i lavori di routine più semplici e di minore entità come la sostituzione di un rullo.

Le parti da tenere sotto controllo

Le parti in movimento di un portone per garage richiedono la lubrificazione periodica. Il nostro consiglio è quello di utilizzare una bomboletta spray lubrificante per pulire e lubrificare tutti i pezzi in movimento:

  • Combinazione cerniera e rulli: applicare il lubrificante per il rullo e la cerniera per cui il rullo è fissato. Utilizzare del lubrificante con parsimonia; troppo attira la sporcizia.
  • Cerniere al centro dei pannelli delle porte:applicare il lubrificante a queste cerniere. Dopodichè utilizzare la porta più volte affichè il lubrificante possa spargersi in modo uniforme.
  • Meccanismo di bloccaggio della porta: Lubrificare la coppia di dispositivi di bloccaggio in corrispondenza di ciascun lato.

A Perugia, HD House di Luca Pannacci, è un negozio specializzato nella vendita e nell’assistenza post vendita di portoni per garage e tanto altro: contattaci per informazioni, siamo sempre a disposizione per i nostri clienti.

 

 

 

PROMOZIONE INVERNO 2018… PAGHI IN 20 MESI A TASSO ZERO!!

Offerte e Promozioni

Gentili clienti, siamo lieti di informarvi della nostra nuova “Promozione Inverno 2018” con la quale potrete acquistare i vostri nuovi infissi (e non solo…) pagandoli comodamente in 20 mesi a INTERESSI ZERO e SENZA ANTICIPO ALL’ORDINE!

Una grande occasione che vi permetterà di godere da subito a casa vostra dei tanti vantaggi che solo dei nuovi infissi possono dare senza sborsare nulla anticipatamente e dividendo l’intero importo in piccole e comode rate!

Vi ricordiamo inoltre che i nostri finanziamenti sono dedicati per il recupero fiscale del 50% che quindi non perderete assolutamente e vi seguiremo passo passo per tutta la documentazione necessaria fino alla redazione della pratica stessa!

Non esitate… GUARDATE AL DOMANI, CAMBIATE OGGI I VOSTRI INFISSI!

La “Promozione Inverno 2018” è valida per ordini confermati entro e non oltre il 28 Febbraio 2018.

Per maggiori informazioni contattateci oppure venite a trovarci presso il nostro showroom, il rilievo misure ed i preventivi sono totalmente gratuiti!

Vi aspettiamo!

 

HD house, la Casa in Alta Definizione

 

 

DOMANDE E RISPOSTE SUI BONUS FISCALI 2018 PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

News

1) LE COSE UTILI DA SAPERE PER ACCEDERE ALLA DETRAZIONE FISCALE SUL RISPARMIO ENERGETICO

 

In cosa consiste il cosiddetto Ecobonus  (o Bonus Energia)?

I benefici fiscali per le opere di risanamento energetico degli edifici esistenti sono stati istituiti con la Legge 27 dicembre 2006, n. 296 (Finanziaria 2007) e sempre prorogati negli anni successivi. La Legge di bilancio, con la finalità di stimolare gli interventi volti al contenimento dei consumi energetici, ha prorogato e in parte modificato i benefici fiscali fino al 31 dicembre 2018, sia per gli interventi sulla singola unità immobiliare sia per gli interventi eseguiti sulle parti comuni dei condomìni, confermando le schermature solari tra gli interventi ammessi alla detrazione.

Le schermature solari (come tende da sole, persiane e avvolgibili) sono state individuate come efficace soluzione per limitare il surriscaldamento degli ambienti. L’agevolazione fiscale riconosce quindi il fondamentale contributo che questi dispositivi tecnologici offrono al risparmio energetico estivo dei nostri edifici, contenendone la temperatura interna.

L’agevolazione consiste nel riconoscimento di una detrazione dalle imposte sui redditi (Irpef e Ires) pari al 50% delle spese sostenute per migliorare la prestazione energetica degli edifici. La detrazione è obbligatoriamente da ripartire in dieci rate annuali di pari importo.

Chi può usufruirne?

Tra le persone fisiche che hanno sostenuto le spese, possono fruire della detrazione fiscale:

– i titolari di un diritto reale sull’immobile;

– i condòmini, per gli interventi sulle parti comuni;

– gli inquilini;

– i familiari fino al terzo grado, conviventi con il possessore;

– chi detiene l’immobile in comodato.

Quali requisiti deve possedere l’edificio?

Un edificio, di qualunque categoria catastale sia, per fruire delle detrazioni deve essere esistente, in regola con il pagamento di eventuali tributi, oltre a essere già dotato di impianto di riscaldamento

Quali sono gli adempimenti per accedere al beneficio fiscale?

La richiesta di detrazione dev’essere inviata telematicamente tramite il portale dell’ENEA, entro 90 giorni dalla fine dei lavori (collaudo, dichiarazione di conformità, ecc.), indipendentemente dalla data di effettuazione dei pagamenti. Per fruire dell’agevolazione fiscale non è necessario effettuare alcuna comunicazione preventiva. Inoltre, dal 13 dicembre 2014, è stato soppresso l’obbligo di inviare una comunicazione all’Agenzia delle Entrate, qualora i lavori proseguano oltre il periodo di imposta.

Quali sono le novità per i condomìni?

La Legge di Bilancio 2018 conferma l’importante opportunità dedicata alla riqualificazione dei condomìni. Il provvedimento concede ancora per 4 anni la facoltà di detrarre fino al 75% delle spese sostenute per interventi di efficienza energetica realizzati sulle parti comuni degli edifici condominiali o che interessino tutte le unità che li compongono. La detrazione, da suddividere in 10 rate annuali, spetta fino a un massimo di 40.000 euro moltiplicato per ogni unità immobiliare dello stabile.

Come si devono effettuare i pagamenti?

Le persone fisiche, destinatarie dell’incentivo, devono saldare le fatture relative alle spese sostenute (su cui non è più necessario indicare separatamente il costo della manodopera), entro l’attuale termine del beneficio fiscale (31 dicembre 2018), mediante apposito bonifico bancario, su cui sarà operata una ritenuta d’acconto dell’8% direttamente dall’istituto bancario.

Qual è l’aliquota IVA applicabile?

Per interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria l’IVA è ridotta al 10%.

Se l’appaltatore fornisce “beni di valore significativo”, l’aliquota ridotta si applica a tali prodotti solo fino a concorrenza del valore della prestazione (considerato al netto del valore dei beni stessi).

Tra i beni di valore significativo compaiono, tra gli altri, gli infissi e le caldaie.

Se ad esempio una caldaia a condensazione costasse 2.000 euro e l’installazione 500 euro, l’IVA sarà applicata al 10% su 1.000 euro e al 22% sui restanti 1.500 euro.

 

2) QUALI SONO GLI INTERVENTI INTERESSATI DALL’INCENTIVO FISCALE?

Gli interventi che possono godere della detrazione del 50% delle spese sostenute sono distinti nelle seguenti categorie:

A) Acquisto e posa in opera di schermature solari;

B) Acquisto e posa in opera di serramenti;

 

A) Acquisto e posa in opera di schermature solari

L’incentivo fiscale nella misura del 50% spetta per l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari, dotate ove previsto di marcatura CE, così come definite nell’allegato M al D.lgs. n. 311 del 29 dicembre 2006, poi sostituito dall’allegato B del Decreto datato 26 giugno 2009.

La detrazione fiscale è valida sia per le nuove installazioni sia per la sostituzione di dispositivi esistenti.

Si tratta di sistemi mobili che proteggono le superfici vetrate dall’irraggiamento solare. Le schermature solari, per beneficare dell’agevolazione fiscale, possono essere integrate al serramento oppure applicate – purché in modo solidale con l’edificio – all’esterno o in aggetto

Le norme citate non prevedono determinati requisiti di prestazione energetica, quindi tutti i prodotti che rientrano nella definizione di schermature solari beneficiano della detrazione fiscale, come per esempio le tende alla veneziana, tapparelle, persiane a battente, alla veneziana o a soffietto, tende esterne a bracci pieghevoli o rotanti, a rullo, verticali, oppure per lucernari e finestre su tetto.

 

B) Acquisto e posa in opera di serramenti

L’incentivo fiscale nella misura del 50% spetta per l’acquisto e la posa in opera di finestre comprensive di infissi che delimitano il volume riscaldato verso l’esterno o verso ambienti non climatizzati.

Per i serramenti esterni o rivolti verso locali freddi (incluse le porte di ingresso), l’intervento deve configurarsi come la sostituzione di elementi già esistenti e non come una nuova installazione. Anche le spese sostenute per l’installazione dei cassonetti solidali con l’infisso, come i monoblocchi termoisolanti, capaci di migliorare le prestazioni energetiche ed acustiche del vano finestra, possono essere portate in detrazione contemporaneamente alla sostituzione dei serramenti (o dei soli vetri).

La detrazione spetta anche per la sostituzione di scuri, persiane, avvolgibili, o cassonetti (se solidali con l’infisso), purché tali interventi avvengano simultaneamente alla sostituzione degli infissi (o dei soli vetri).

La spesa è agevolabile dimostrando che a seguito degli interventi gli indici di trasmittanza termica risultano inferiori ai limiti fissati dal Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 26 gennaio 2010.

Per i serramenti non è richiesta la presentazione dell’APE ma è necessario ottenere la certificazione del produttore dell’infisso che attesti il rispetto dei requisiti di trasmittanza richiesti.

L’importo massimo detraibile è pari a 60.000 euro, che corrisponde a una spesa di 92.307,69 euro.

 

Nel nostro caso la zona climatica di riferimento è la “E” e quindi i nuovi infissi dovranno avere valore di dispersione termica “Uw” pari o inferiore a 1,8 W/m2K.

 

Vi informiamo che, tramite un nostro tecnico incaricato, potremmo rispondere a qualsiasi altro vostro dubbio o ulteriore chiarimento e che, per semplificare il tutto, con l’acquisto di nuovi infissi o schermature solari, potremmo direttamente redigere a vostro nome la pratica ENEA onde evitare errori o mancanze.