Pavimento

Pavimenti in PVC o in Laminato, questo è il dilemma!

Pavimento | Pavimento laminato

Questi due materiali dominano il mercato dei pavimenti. Quale fa per te?

Uno dei più comuni dibattiti nell’industria dei pavimenti è: PVC o laminato? Entrambi i tipi di pavimenti offrono durabilità, salute e vantaggi estetici notevoli rispetto ai tradizionali pavimenti. Sono adattabili e veloci da installare. Se stai pensando di aggiornare la tua casa e non sai bene le differenze tra i due tipi di materiali, la nostra rapida guida potrà aiutarti.

Costo e installazione

Il PVC, definito spesso vinile, è un materiale termoplastico ottenuto da sale e petrolio; è facilmente ricavabile, riciclabile e durevole. Inoltre è relativamente poco costoso, che è il motivo per cui è il preferito da molti. L’installazione del pavimento in pvc è veloce, in quanto non comporta complesse procedure (esattamente come il pavimento in laminato). Grazie al suo minimo spessore (2mm) è ideale anche per la posa su superfici già esistenti. Il pavimento in laminato è costituito da un pannello di legno su cui viene applicato un foglio decorativo ad alta definizione ottica, che riproduce fedelmente il legno. Il laminato è estremamente durevole e robusto, anche se molto rumoroso al calpestio; altri vantaggi sono la velocità di posa e l’economicità.

Resistenza e manutenzione

Il vinile (PVC) è altamente resistente, il che significa che può essere usato per simulare una varietà di disegni e modelli, inclusi ceramicalegno duromarmo e pietra. È anche disponibile in diversi colori per adattarsi a diversi temi. Il vinile è un materiale fonoassorbente che lo rende silenzioso al calpestio e dona una sensazione di sofficità al passaggio; il laminato, invece, ha un impatto molto piò robusto e duro. Questo rende il laminato adatto per zone della casa con più alta concentrazione di mobili poiché il suo strato superiore è resistente ai graffi. Tuttavia, se si hanno bambini piccoli, persone anziane in famiglia o animali domestici, potrete preferire il PVC, perché dotato di rivestimento antiscivolo.

 

Come pulire il pavimento in parquet: una guida passo-passo

Pavimento

Minimo sforzo, massima resa nel tempo

Il pavimento in parquet è una prerogativa per molte famiglie e, se ben salvaguardato, può donare stile e carattere al tuo appartamento anche dopo tanto tempo dall’installazione. Il parquet, come tutti sappiamo, è un materiale sensibile, al quale è necessario prestare attenzione affinché possa durare il più a lungo possibile. Questa guida fornisce utili suggerimenti su come pulire pavimenti in parquet.

Pulisci subito!

Il metodo più efficace per la pulizia di pavimenti in parquet è quello di effettuare piccole ma regolari pulizie, senza lasciare che la sporcizia si accumuli fino a che la pulizia diventi un compito arduo. Quindi una pulizia costante, stando attendi, perché l’eccesso di sporco potrebbe macchiare in modo permanente il pavimento e, nel caso di ghiaia e sabbia, anche danneggiare la superficie. Si raccomanda tuttavia di utilizzare un pennello morbido a setole o una scopa, in modo da non graffiare la superficie durante la pulizia. È anche importante testare che la spazzola della vostra aspirapolvere non graffi il parquet (magari in una zona poco visibile).

Semplici regole per pulizia del parquet

Per la fase di pulizia, la sola acqua calda è spesso sufficiente per conferire alla superficie un fresco aspetto di pulito. Controllare in primo luogo se il pavimento è sigillato o meno. Se non è sigillato è consigliabile utilizzare meno acqua per evitare che il legno possa impregnarsi e, nel peggiore dei casi rigonfiarsi. Inumidire un panno e strizzarlo accuratamente prima di applicarlo alla superficie. Sola acqua può non essere sufficiente contro il grasso e lo sporco più ostinati. In questi casi, l’aceto può essere la risposta. L’aceto aiuterà ad allentare quelle più persistenti. Se le macchie persistono, valutate l’acquisto di un prodotto specifico per la pulizia del pavimento parquet. Vi consigliamo sempre di applicare l’aceto o il vostro prodotto, prima in una piccola area meno visibile al fine di garantire che non vi siano danni importanti. Dopo la pulizia utilizzate un panno per asciugare il pavimento al fine di rimuovere l’acqua in eccesso.

 

Devi scegliere il pavimento? Parti dai tuoi mobili

Pavimento | Pavimento laminato

Ecco dei semplici trucchi per creare armonia tra i mobili e il pavimento nella tua casa

Non importa la grandezza in metri quadri della vostra stanza, ma sappiate che il pavimento ha sempre un notevole impatto sulla sensazione di grandezza e di spazio.

Devi pavimentare una stanza grande e larga? Allora puoi prendere in considerazione la possibilità di utilizzare toni caldi o scuri per il tuo pavimento, come wengé o noce. Questo consiglio funziona anche in senso contrario: se stai pensando di pavimentare stanze abbastanza piccole, utilizzando i colori giusti, puoi far sembrare la tua stanza molto più ampia e molto più spaziosa: è quindi consigliato l’utilizzo di colori più leggeri e chiari, tipo beige o rovere chiaro;

L’abbinamento come punto cardine

E’ importante che il tipo di pavimento si abbini con i mobili che compongono il vostro arredamento. Oltre al fattore estetico, è da considerare anche il lato funzionale. Mi spiego meglio: la praticità nella manutenzione quotidiana è una cosa da non sottovalutare, difatti se scegliamo un colore più scuro, questo lascerà intravedere i segni della polvere;  dall’altro lato, scegliendo un colore chiaro, si vedranno tutte quelle piccole impurità quotidiane.

Chiaro o scuro?

Ovviamente ogni cosa ha dei pro e dei contro: la scelta del colore della pavimentazione va quindi valutata prendendo in considerazione sia l’effetto visivo che funzionale, oltre alla necessità di non dover sconvolgere l’armonia cromatica con nostri mobili.

Tuttavia propendere per delle tonalità chiare, quali pavimenti in resina, ha ulteriori vantaggi: grazie alla versatilità cromatica avremo uno stile moderno e creeremo nel complesso un effetto di accoglienza inaspettato. Scegliere quindi delle tonalità come il bianco o il grigio, anche nelle varie scale di colori, porta con sé l’ulteriore vantaggio di compiere abbinamenti per un eventuale e futuro restyling del nostro appartamento. Per concludere è importante ribadire che partire dal colore dei mobili rende molto più facile la scelta del pavimento; è infatti possibile giocare sulle tonalità dei mobili utilizzati in contrasto con le sfumature del pavimento.

Da HD House a Perugia troverai le migliori soluzioni adatte a te e al tuo appartamento.